· 

Cem 120

prova

 

Ioptron nel 2018 ha lanciato la sua nuova montatura Cem 120, che ricalcando il designe della affermata sorella minore Cem 60, promette di mantenere le stesse caratteristiche di leggerezza ed elevata capacità di carico.

 

Lanciata in tre versioni :

 

1.      La Cem 120 senza encoders

 

2.      La Cem 120 EC ( in Italia definita Hp) con encoder di precisione sull’asse AR

 

3.      La Cem 120 EC2 ( in Italia definita HP2) con encoders su entrambi gli assi Ar-Dec

 

Questi tre modelli si differenziano quindi solo per l’uso diegli encoders mentre mantengono inaltreate le caratteristiche strutturali.

 

La caratteristica pecularie di queste montature equatoriali dalla forma insolita è quella di reggere carichi importanti mantenendo ancora una certa trasportabilità, ma vediamo nel dettaglio:

 

(Modello senza encoders)

 

Carico utile: 52Kg
Peso: 26Kg
Materiale: Tutta in Metallo
Intervallo regolazione Lat: 0 ° ~ 68 °
Precisione di tracciamento: <± 3,5 secondi d'arco
PEC: PPEC
Barra contrappesi: Φ38.1 x 540 mm
Dimensione base: 210 x 230 mm
Motori: Motore passo-passo di precisione con 128 microstep
Risoluzione: 0,07 secondi d'arco
Velocità: 4°/sec (960x) max.
Controller: Go2Nova® 8407 V2, LCD a 8 righe 21 caratteri
Alimentazione: DC 12V, 5A
Consumo: 0.7A (inseguimento), 1,8A (GOTO)
Cannocchiale polare: Opzionale
Trattamento del meridiano: Stop (passaggio 0-14°), auto flip
GPS: si
Indicatore di livello: si
Sella a coda di rondine: Losmandy
Porta guida: ST-4
Porte di comunicazione: Wi-Fi, LAN, USB, RS232

 

Cosa che salta subito agli occhi è appunto il carico ( da intendersi esclusi i contrappesi ) che è doppio rispetto al peso! Andando oltre alle apparenze e ai meri richiami commerciali ho indagato sulla struttura interna della montatura. La Ioptron dichiara corone dentate in AR e Dec da 216mm con 360 denti e un diametro della vite senza fine di ben 26 mm. Struttura di tutto rispetto, unico punto dolente è le dichiarazione dei materiali con cui sono fatte che si limita ad un laconico “All metal”.

 

Altro aspetto positivo è rappresentato dalla gestione dei cavi, che, grazie ad un Hub, alloggiato sotto l’enorme slitta che accoglie barre di tipo losmandy, è davvero molto comoda, trovano posto 4 prese Usb 2.0 una presa USB 3.0 una porta St4 e ben 5 prese di alimentazione. Passando al collegamento al pc, tramite i driver Ascom proprietari della Ioptron , vediamo che questa lo fa tramite un porta Usb 2.0, oppure ancora più pratico, tramite connessione Wifi, avendo la possibilità di creare una piccola rete oppure di collegarsi ad una già esistente, in modo da essere facilmente controllata da remoto.

Aspetto che invece mi ha lasciato un po perplesso, ma che infine già conoscevo perchè presente sulla cem 60 e ampiamente documentato, riguarda il bilanciamento. La montatura è molto sensibile anche con carichi pesanti e si bilancia con una certa precisione, ma quando viene riportata alla posizione home  e si sbloccano le frizione essa tende a ruotare sempre su un lato che corrisponde a quello del cercatore ho fatto prove anche senza cercatore installato ed il fenomeno si è attenuato parecchio ma risulta ancora presente. Comunque sembra non avere effetti degni di nota, ma mi riservo di testarla con riprese a lunga esposizione.

La Prova

 

La montatura è stata testata solo sul planetario con un Cassegrain 300 dal modico peso di 30kg circa e focale di ben 5400, il campionamento di ripresa è di circa 0,10" di arco per pixel. Purtroppo dal sito dei test non è visibile la polare e lo stazionamento è stato effettuato tramite un Bigaurdian assistito con PHD guiding 2, con un piccolo rifrattore di 80/500 in parallelo al cassegrain. Raggiunto un allineamento al polo decente, cerco sul tastierino Go2Nova v2 l'oggeto da puntare, scelgo Giove, che poi sarà il bersaglio della serata e senza aver effettuato nessuna procedura di allineamento ad una o più stelle me lo ritrovo nel campo del cercatore! Centrando manualmente il pianeta possiamo incominciare la sessione. lancio Firecapture e noto una piccola deriva in AR niente di preoccupante abilito l'opzione della guida ( si firecapture guida ) e per tutta la sessione il pianeta è fermo nel piccolo riquadro del Roi per  circa 2 ore!

Conclusioni

Credo che con questa montatura la Ioptron  si vada ad inserire in un  segmento di mercato che fino ad oggi era ad appannaggio di marchi molto blasonati e altrettanto costosi, con un prezzo di circa 4000 € può diventare un punto di riferimento per coloro che cercano una montatura dal prezzo ancora ragionevole e dalle ottime capacità.

Con il tempo ho capito una cosa che il miglior metro per misurare un acquisto è porsi la seguente domanda : Lo riacquisterei? ad oggi dopo circa 3 mesi di utilizzo posso affermare sicuramente di si.

Scrivi commento

Commenti: 3
  • #1

    damiano (mercoledì, 14 novembre 2018 14:07)

    Articolo interessante che mi ha indotto a comprarla. Purtroppo, nonostante l'assicurazione iniziale del rivenditore di spedirla completa di manuale in italiano, dopo 25 giorni sono ancora in attesa che me lo spedisca. Ormai dubito molto che lo faccia e prima di andare per vie legali, mi chiedo se potreste suggerirmi dove poterlo trovare. Grazie. Damiano

  • #2

    Gennaro Cuozzo (venerdì, 16 novembre 2018 20:26)

    Salve Damiano, non so da quale rivenditore l'ha comprata e mi sembra strano che non le hanno mandato una copia in italiano, ne posseggo una copia se va nella sezione contatti trova la mia mail, mi scriva e le mando la mia copia.

  • #3

    damiano (mercoledì, 21 novembre 2018 13:55)

    Grazie per la squisita cortesia , Gennaro Cuozzo, mi hai davvero dato un grosso aiuto.